OilPatrol

JP | Thursday, 30th August 2012

 

OilPatrolOil Patrol è uno skimmer completamente automatico progettato per svolgere la funzione di sentinella e di manutenzione di specchi d’acqua in aree ristrette sia civili che industriali.

OilPatrol non è progettato per la bonifica in teatri di sversamenti eccezionali e catastrofici.

  • – il dispositivo è semovente con dotazione a bordo di energia, motori e timoni ed ha una velocità operativa bassa (½ – ¾ di nodo?) poiché l’efficienza del sistema deriva dal lavoro in autonomia 24 ore su 24 e da questa costanza del suo operare;
  • – le portate sono basse perché il dispositivo svolge funzione di manutenzione di specchi d’acqua in assenza di sversamenti cospicui;
  • – il dispositivo è composto da una struttura portante solidale ai galleggianti e una struttura, basculante rispetto alla prima, comprendente imbuto e bocca;
  • – i tubolari esterni garantiscono resistenza agli urti e consentono di lavorare anche strisciando contro moli e banchine;
  • – il dispositivo rileva lo stato di agitazione dell’acqua con chip accelerometri MEMS e, con un sistema automatico, regola il pescaggio della bocca;
  • – il dispositivo percorre l’intera area ad esso assegnata in un periodo X;
  • tutte le funzioni operative sono alimentate da energia elettrica accumulata in batterie al litio stoccate a bordo del dispositivo, probabilmente all’interno dei tubolari, con ulteriore funzione di zavorra per abbassare il baricentro e garantire stabilità in acqua ;
  • – le batterie sono a ricarica automatica in stazioni di ricarica a induzione: il dispositivo misura il carico delle batterie e quando questo scende sotto un determinato livello si reca verso la “stazione di ricarica”, approda ad essa e, per induzione, si realizza il ricarico delle batterie (http://primove.bombardier.com/);
  • – il dispositivo può essere dotato di una copertura in pannelli fotovoltaici e di un sistema di sfruttamento del moto ondoso per produrre energia a compendio delle batterie;
  • – nella fase operativa non c’é produzione di inquinamenti di alcun tipo come emissione di fumi o di rumori;
  • – il dispositivo dispone di un sistema computerizzato di guida normalmente controllato da rilevamenti della posizione tramite GPS e riferito ad una area operativa predeterminata;
  • – nel caso di intercettazione di sversamenti localizzati da parte di sistemi di rilevamento a raggi infrarossi (o diversi) collocati a terra, il sistema di guida computerizzato si adegua automaticamente alla nuova mappa riferita alla nuova area operativa;
  • – Oil Patrol é dotato di un serbatoio a vescica (tipo Dunlop Dracone) per lo stoccaggio del raccolto;
  • – la quantità di olii mormalmente raccolta è minima e viene trattenuta nella vescica da opportuni filtri;
  • – la vescica ha un’autonomia di circa una settimana prima che i filtri siano saturi e sia quindi necessario il distacco della vescica piena a la sua sostituzione con una vuota;
  • – il dispositivo è dotato di una stazione di analisi della salute dell’acqua che, via radio, invia alla centrale operativa i dati da immagazzinare.
  
  
     

Vantaggi

JP | Thursday, 23rd August 2012
  • I dispositivi, in tutte le versioni, sono semoventi (altrimenti trainati);
  • possono necessitare di piccole imbarcazioni d’appoggio (mai grandi navi se non che per la navigabilità dei mari);
  • sono progettati e costruiti con le sole strutture necessarie alle loro funzioni: non sono navi o strumenti complessi, non trasportano né equipaggi né macchine se non lo stretto necessario allo svolgimento della loro missione;
  • sono di dimensioni e pesi ridotti, talora stoccabili in casse che occupano 4 o 5 m² a bordo, generalmente manovrabili anche a braccia da 2 o 3 uomini;
  • i costi dei dispositivi e della loro gestione sono ridotti;
  • i costi contenuti consentono la distribuzione di numerosi dispositivi sia a bordo di navi commerciali che in postazioni a terra;
  • la diffusione di numerosi dispositivi, la facilità di trasporto e la semplicità d’uso consentono veloci e puntuali interventi su vaste aree del pianeta.
  
  
     

Tutto Gonfiabile

JP | Tuesday, 7th August 2012

Sia le strutture laterali di galleggiamento che le travi formanti la cornice dell’imbuto sono realizzate in tubolari gonfiabili al fine di rendere immagazzinabile il dispositivo in uno spazio ridotto.

  
  
     
TJP