Golfo del Messico

Nel Golfo del Messico esplode la piattaforma Deepwater Horizon.

Lo sversamento di greggio durerà quasi 3 mesi, fino al 15 luglio, e finiranno in mare qualcosa come 4,9 milioni di barili, circa 780.000  m³, 780 milioni di litri di petrolio.

A fronte di tale disastro i tentativi di bonifica appaiono talora patetici.

L’evento é a lungo una notizia da prime pagine.
Kevin Costner sembra aver inventato il separatore centrifugo e i suoi interventi video impazzano su YouTube
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=Z8O3aEBvnbU]
La BP ne acquista 32, a 500.000 dollari l’uno (fonte “Los Angeles Time”), per poterli provare, ma i test non vanno un gran che bene (fonte “The Guardian”).
I separatori, quando funzionano bene, separano ma non raccolgono e quindi sono utili dopo che si é stati capaci di raccogliere la mistura da separare.
In giugno arriva una nave mastodontica, modificata al fine di funzionare come oil skimmer e promette di raccogliere 500.000 barili (79,5 milioni di litri) di mistura acqua/olio al giorno: sarà un fallimento totale.
Penso al BeeLot, scrivo a Caterpillar, RAI-2, proponendomi come alternativa a Kevin Costner…

  
  
     

scrivi un commento

devi identificarti per scrivere un commento