Il Progetto
Manutenzione, Pulizia e Bonifica di Specchi Acquei.

 

The Jonathan Project ha l’obiettivo della progettazione, costruzione, commercializzazione ed assistenza di natanti, basati su brevetti proprietari, concepiti per la manutenzione, pulizia e bonifica di specchi acquei; i dispositivi di TJP sono specializzati nella intercettazione e raccolta di piccoli solidi e olii galleggianti (derivati di idrocarburi).
La presenza di piccoli solidi, prevalentemente di origine vegetale (alghe, rametti, foglie…), è tipica sottocosta in baie, insenature, darsene ecc.
La presenza di oli galleggianti è la conseguenza di sversamenti (oil spill) accidentali o di routine.

 

Gli Oil Skimmer, disoleatori in italiano, sono i dispositivi utilizzati per la bonifica in risposta all’emergenza da sversamenti (Oil Spill Response – OSR – in inglese).
La gamma dei prodotti di TJP comprende sia dispositivi da utilizzarsi per la manutenzione e pulizia ordinaria sia dispositivi adatti al pronto intervento in risposta ad inquinamenti più o meno gravi.

 
Gli Oil Skimmers di TJP includono i sottosistemi brevettati “FLOC” e “DracOil“.

FLOC

è il canale intercettore piatto e scalabile, realizzato nelle dimensioni adatte a diversi scenari di impiego, dalla manutenzione agli interventi offshore di Oil Spill Response.
Vantaggi dell’utilizzo di FLOC
•  movimento autonomo verso la superficie da intercettare e pulire/bonificare
•  assenza di onde di pressione davanti alla bocca di raccolta
•  adattabilità a diversi sistemi di prelievo
•  estrema semplicità costruttiva
•  scalabile

DracOil

è il dispositivo di separazione e stoccaggio della mistura acqua-olio e dei piccoli solidi.
Vantaggi dell’utilizzo di DracOil
•  non sono necessarie vasche di decantazione a bordo di eventuali navi appoggio in OSR
•  non è necessario manipolare l’inquinante raccolto
•  le operazioni sono tutte assolutamente “pulite”

 

 

The Jonathan Project è il risultato di una idea di Luigi Perrella, sviluppata in Area Science Park con il supporto di Innovation Factory e della Facoltà di Ingegneria Navale dell’Università di Trieste. TJP è pubblicata nei paper delle conferenze internazionali NAV 2012, ICTS 2012 e ICTS 2013 e si è classificata prima assoluta all’Innautic Bar Camper 2013; ha superato le selezioni di “Sardegna Ricerche” ed ha avuto accesso al percorso seminariale che ha generato una Start-Up Innovativa co-finanziata dal Programma di Aiuti per Start-Up Innovative – POR Sardegna 2007-2013, istituito con fondi della Comunità Europea e gestito dalla Regione Autonoma di Sardegna. TJP è insediata presso l’Incubatore per il tradferimento tecnologico dell’Università di Sassari.

 

 

  
  
     

i commenti sono chiusi